head base

Territorio

L’ Irpirnia ha una fiera tradizione nella produzione di alta qualità di vini come il Fiano di Avellino, Greco di Tufo e Taurasi (da uve Aglianico), questi ultimi tutti e tre classificati come DOCG, e degli oli di oliva extravergine Ravece e Marinese. Il 'terroir' fornisce le condizioni ottimali per questi antichi uve e ulivi, che sono parte del paesaggio da secoli. I terreni vulcanici della regione mostrano le potenzialità del vitigno Aglianico nel produrre vini al pari del Nebbiolo in Piemonte e del Sangiovese grosso in Toscana. La popolarità della regione per il vino è un fenomeno relativamente recente. I vigneti sono situati entro i confini di comuni ben definiti in Irpinia, tra i quali Paternopoli, dove potete trovare la nostra cantina. La superficie totale è limitata a circa 420 ettari.

Il territorio è in gran parte montuoso, con una rete intricata di colline e valli e prevalentemente calcareo. A ovest, invece, le rocce sono per lo più in pietra arenaria, e l’altitudine più bassa. L’Irpinia è centrata sul tratto dell’ Appennino che va da Sella di Ariano alle sorgenti del fiume Sele, la vetta più alta è il monte Avella (1.591 m). A sud si trovano i monti Picentini, che comprendono la vetta più alta della regione, il Monte Terminio (1.783 m), e da cui si estende la penisola sorrentina. La regione confina a est con la valle dell'Ofanto e il lago di San Pietro, mentre a nord si fonde con il Sannio e la Daunia.

Una delle particolarità del (micro)clima dell'Irpinia è la differenza di temperatura fra giorno e notte durante l'estate che può variare anche di quasi 20°C, il che dà una freschezza unica a tutti i vini della zona e gli permette di invecchiare senza diventare mai vini 'stanchi'.